Pianificazione - Attività e Procedimenti

Ultima modifica 5 agosto 2022

ATTIVITA' E PROCEDIMENTI (sezione in aggiornamento)

COMPETENZE IN MATERIA DI PIANIFICAZIONE TERRITORIALE ED URBANISTICA

Le attività delle Province in materia di Pianificazione Territoriale e Urbanistica riguardano fondamentalmente la pianificazione territoriale di area vasta e il coordinamento delle scelte urbanistiche comunali, nonché le istruttorie e le valutazioni urbanistiche, ambientali e sismiche degli strumenti urbanistici comunali.

Il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale - PTCP è lo strumento di pianificazione provinciale vigente, predisposto ai sensi della L.R. 20/2000 nel rispetto della pianificazione regionale, che definisce le strategie per lo sviluppo territoriale e individua le linee di azione che costituiscono il riferimento per la pianificazione comunale.

Con la legge urbanistica L.R. 24/2017, la Regione Emilia-Romagna ha previsto che le Province approvino una nuova tipologia di piano, il Piano Territoriale di Area Vasta - PTAV, con il quale: definire gli indirizzi strategici di assetto e cura del territorio e dell'ambiente, in coerenza con gli obiettivi strategici regionali stabiliti dal PTR; stabilire l'assegnazione ai Comuni di quote edificatorie differenziate di capacità edificatoria ammissibile; disciplinare gli insediamenti di rilievo sovracomunale; individuare ambiti di fattibilità delle opere e infrastrutture di rilievo sovracomunale; individuare i servizi ecosistemici ed ambientali forniti dai sistemi ambientali presenti nel territorio di competenza.

Ulteriori competenze della Provincia sono sinteticamente riconducibili a:

- pianificazione delle attività estrattive a livello provinciale (Piano Infraregionale delle Attività Estrattive - PIAE); elaborazione di varianti anche con valore ed effetti di PAE comunale. Monitoraggio del PIAE provinciale e dello stato di attuazione delle previsioni estrattive. Attività di studio, analisi e programmazione di eventuali interventi di recupero di aree estrattive di valenza provinciale. Istruttoria dei PAE comunali, compresa la partecipazione alle conferenze di pianificazione e di servizi ai fini dell’espressione del parere motivato ambientale dei piani;

- elaborazione e gestione di altri piani di settore (Piano Localizzazione Emittenti Radio Televisive - PLERT), con la partecipazione alle attività del Comitato Urbanistico Regionale – CUR (L.R. 24/2017);

- contributo alla co-pianificazione del nuovo PTR, anche partecipando al Comitato Urbanistico Regionale – CUR, con Regione Emilia-Romagna e altre Province (L.R. 24/2017);

- secondo le disposizioni della L.R. 9/2008 prima e ora della L.R. 6/2009, ai sensi dell’art. 19, comma 3 lett. c) della L.R. 24/2017, la Provincia è individuata quale autorità competente in materia di Valutazione Ambientale Strategica (Parte II del D.Lgs. 152/2006 e successive modificazioni) per gli strumenti di pianificazione approvati dai Comuni e dalle loro Unioni. La Provincia si esprime sui piani comunali e loro varianti con un unico provvedimento, che comprende le eventuali riserve\osservazioni urbanistiche, l'espressione del parere in merito alla valutazione ambientale (VAS-Valsat) ed il parere in merito alla compatibilità delle previsioni con le condizioni di pericolosità locale degli aspetti fisici del territorio (L.R. 19/2008).

- varianti specifiche ai piani territoriali in vigore, nell’ambito di quanto ammesso dalla normativa vigente (L.R. 20/2000 e L.R. 24/2017); espressione del parere motivato in esito alla procedura di VAS nell’ambito di Accordi Operativi (Art. 38 L.R. 24/2017), che hanno valore ed effetti dei piani urbanistici attuativi; espressione del parere motivato nell’ambito di Procedimenti Unici (Art. 53 L.R. 24/2017), relativi a opere pubbliche e di interesse pubblico o a interventi di ampliamento e ristrutturazione di insediamenti produttivi esistenti;

- partecipazione alla formazione di Accordi di programma in variante alla pianificazione territoriale ed urbanistica, ai sensi dell'art. 60 della L.R. 24/2017;

- partecipazione alla stipula degli Accordi territoriali (Art. 58 della L.R. 24/2017), che definiscono scelte strategiche di rilievo sovracomunale, nonché alla stipula degli accordi che prevedono l'avvio di procedure di variante agli strumenti di pianificazione territoriale;

- attività connesse alla tutela del paesaggio, ai procedimenti di dichiarazione di notevole interesse pubblico e alla formulazione delle relative prescrizioni quale componente della Commissione Regionale per il Paesaggio, del Comitato Scientifico dell’Osservatorio regionale della Regione Emilia-Romagna e del Comitato Tecnico Scientifico per l’adeguamento del Piano Territoriale Paesaggistico Regionale - PTPR (D.Lgs. 42/2004 e L.R. 23/2009);

- esprime pareri di compatibilità con le previsioni, i vincoli e le tutele del PTCP in ordine a progetti di opere soggette a VIA, screening o nell'ambito di procedimenti autorizzatori di linee e impianti per la distribuzione dell'energia elettrica, metanodotti, impianti di produzione energetica alimentati a fonti rinnovabili, impianti di gestione rifiuti, derivazioni idriche, ecc.

- formulazione di pareri relativi a domande di concessioni di acque pubbliche (R.R. 41/2001);